Ryanair a New York? Sì, ma…. anche no!

Ryanair a New YorkVolare con Ryanair a New York con al costo di 10 sterline? Michael O’Leary c’ha provato, per pentirsene subito dopo. Soltanto pochi giorni fa l’amministratore delegato più imprevedibile del mondo aveva annunciato che nel giro qualche anno sarebbero comparse delle nuove rotte low cost, per i voli Ryanair, dirette in America. Oltre alla “Big Apple” erano stati annunciati collegamenti con altre importanti città U.S.A. raggiungibili da diversi aeroporti europei al costo di “pochi spiccioli” (100€ per un volo A/R diretto negli States è il sogno proibito di qualsiasi viaggiatore, me compreso).

La cosa sembra essere sfumata quando, accortosi dell’errore, O’Leary in una telefonata al Financial Times ha sonoramente detto “we have fucked up” (Abbiamo fatto una cazzata). Una brutta notizia per tutti quelli che si vedevano già in fila al check in dell’aeroporto a mettersi addosso una ventina di magliette, tre maglioni, quattro paia di pantaloni (inclusi quelli del pigiama) per evitare di pagare una di quelle multe che la Ryanair fa di solito (20€ per ogni kg in eccesso è una cifra un po’ alta, ma quando si prenota il biglietto si sa a cosa si va incontro) a tutti coloro i quali vogliono viaggiare con il bagaglio strapieno nonostante i limiti di peso imposti.

O’Leary ha dichiarato che al momento non se ne parla nemmeno di aprire le rotte verso gli Stati Uniti, anche perché non si potrebbe viaggiare con i soliti boeing 737 che la Ryanair usa abitualmente per le tratte europee e non si sa se  e quando gli aerei adatti saranno pronti. Le sue dichiarazioni risuonano come l’ennesima doccia gelata per chi avrebbe voluto non farsi sfuggire un’occasione così invitante, soprattutto perché arrivata con tre giorni di ritardo (tempo sufficiente per far digerire la cosa come vera).

Questo passo indietro è quindi da considerarsi come un addio definitivo al progetto Ryanair a New York? Non si sa ancora, ma l’unica cosa certa è che con Michael O’Leary ci si può aspettare di tutto! Incrociamo le dita…

fonte foto: http://airlinestravel.ro/wp-content/uploads/2014/02/Ryanair-Michael-OLeary.jpg

Antonello Ciccarello
Nato e cresciuto in Sicilia, ho avuto da sempre il pallino della scrittura. Laureato nel 2012 in ‘Giornalismo per Uffici Stampa’ presso l’Università degli studi di Palermo e nel 2014 in ‘Giornalismo e Cultura Editoriale’ presso l’Università degli studi di Parma, durante la mia carriera universitaria ho collaborato con alcune testate a taglio generico. Ho deciso di creare questo blog per condividere con il popolo del web i miei pensieri e, anche se non tutti li troveranno condivisibili, spero che queste pagine possano essere uno spunto di riflessione sul mondo e (non solo) sulle sue brutture.
Please follow and like us:
20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *