Noel Gallagher e Fabio Fazio: imbarazzanti risvolti di un’intervista imbarazzante

Noel Gallagher e Fabio FazioNoel Gallagher e Fabio Fazio sono stati protagonisti dell’ultimo siparietto imbarazzante andato in onda domenica scorsa durante la trasmissione Che tempo che fa (clicca per vedere il video).

La “vittima” delle domande di Fabio Fazio è stata, come al solito, lo stesso Fabio Fazio. A questo punto #HumiliateFazio potrebbe essere un chiarissimo esempio di hastag “alla moda” tra le star internazionali che si trovano (sfortunatamente direi) a dover subire un’intervista adulatoria e incalzante come quelle che di solito si sentono in prima serata su “Radio Maria” (ne esistono? Non lo so, ma la sensazione sembra proprio quella).Noel Gallagher non si può definire il più amabile tra gli artisti e il suo sfogo su Facebook non ha proprio graziato il famoso programma di Rai 3:

Quello show italiano è un fottuto strazio… Non per il playback, ma per l’intervista.
Tu hai una persona davanti che ti fa delle domande in italiano e un fantasma nel tuo orecchio che te le traduce in inglese. Può essere, e di solito lo è, veramente imbarazzante. Ecco un esempio di quello che intendo… e considerate che avevo esagerato con Nancy (la moglie n.d.r.) fino alle 5 la sera prima.

“Noel… sai che non ti prendi seriamente e prendi la vita sul momento. Ho anche sentito che dici di rifiutare di pensare troppo su ciò che fai per permettere alle persone di decidere cosa è bene e cosa no… ma quello che vorremmo sapere è come sei arrivato a questa illuminazione a questa età?
“……….Erm….Si?”
“Mi dispiace ma mi devi una risposta”
“…….Erm…Non lo so?”
(Enorme giro d’applausi).
Ho cominciato a sudare un po’.

Dopo circa dei mesi da quando avevamo lascito gli studi Tv e siamo usciti in qualche ristorante alla moda, che era invece un night club, dove vanno di solito i calciatori del Milan.
Tutte le donne (e c’erano UN SACCO di donne) sembravano Mick Jagger quando Mick Jagger sembrava una donna italiana (1965-1969). Posto abbastanza carino… Nancy l’avrebbe adorato.

Noel Gallagher e FazioLo “sfogo” dell’ex leader degli Oasis nei confronti di Fazio si unisce a quello di altri suoi celebri colleghi come Bono Vox, leader degli U2, che ha paragonato il presentatore nostrano al Valium e Madonna che, una decina di giorni fa, aveva zittito Fazio durante l’intervista (“sto ancora parlando io”) e cestinato le mimose ricevute in dono subito dopo la fine della registrazione. Gallagher, rispetto a Madonna e Bono, si è però spinto ancora più avanti criticando la movida milanese più “in” (quella frequentata dai calciatori), con “un’offesa” verso le donne italiane che ha paragonato addirittura a Mick Jagger negli anni d’oro dei Rolling Stones.

Fare il simpatico come un’ulcera duodenale è tipico dei Gallagher, ma Fazio forse dovrebbe smetterla di invitare personaggi che gli fanno fare la figura del c.. (prima e dopo le registrazioni) per differenti ragioni: le interviste “inutili” in primis (tralasciando il fatto che non sappia parlare in inglese), i regali non apprezzati e in ultimo per il fatto di essere stato considerato tra gli uomini più noiosi del mondo (con tutto il rispetto per Fazio e il programma).

Noel Gallagher e Fabio Fazio hanno già dato: chi sarà quindi la prossima star ospite di “Che tempo che fa” che vorrà utilizzerare l’hastag #HumiliateFazio?
Antonello Ciccarello

Nato e cresciuto in Sicilia, ho avuto da sempre il pallino della scrittura. Laureato nel 2012 in ‘Giornalismo per Uffici Stampa’ presso l’Università degli studi di Palermo e nel 2014 in ‘Giornalismo e Cultura Editoriale’ presso l’Università degli studi di Parma, durante la mia carriera universitaria ho collaborato con alcune testate a taglio generico. Ho deciso di creare questo blog per condividere con il popolo del web i miei pensieri e, anche se non tutti li troveranno condivisibili, spero che queste pagine possano essere uno spunto di riflessione sul mondo e (non solo) sulle sue brutture.

Please follow and like us:
20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *