L’onesto ‘Vaffa’ di Grillo a Renzi

GrilloMa andatevene affanculo“… Così Grillo torna a colpire Matteo Renzi (o Renzie come è solito chiamarlo) e i suoi dal palco durante la “Notte dell’onestà” organizzata ieri sera a Roma dal M5S. All’evento erano presenti, tra gli altri, anche il cantante Fedez, gli attori Claudio Santamaria, Sabina Guzzanti ed Enrico Montesano, il magistrato Ferdinando Imposimato e Salvatore Borsellino. Il ‘Vaffa’ di Grillo questa volta si riferisce alla proposta di Renzi(e) relativa ad un incontro con i 5 Stelle alla sede PD del Nazareno, rimandata subito al mittente dal momento che Grillo e Casaleggio avevano già chiesto al Presidente del Consiglio di indicare loro una lista di ‘papabili’ per il Quirinale, su cui il popolo del web avrebbe fatto la consueta votazione per decidere con trasparenza il candidato che i 5 Stelle avrebbero appoggiato alle prossime elezioni. Anche se in molte occasioni Grillo e i suoi si sono dati la zappa sui piedi, rimanendo fuori da scelte importanti (come appunto la scorsa elezione del Presidente della Repubblica, che ha portato così al secondo mandato di Giorgio Napolitano), questa volta a mettersi i bastoni fra le ruote è lo stesso Renzi che, invece di accogliere la proposta dei grillini, e anche in parte dei dissidenti del PD, sigilla il patto del Nazareno garantendosi punti preziosi in Parlamento, ma perdendo di credibilità tra i cittadini. Questa strategia però porta ad un unico vincitore: Matteo Salvini. Lo scaltro segretario della Lega Nord, negli ultimi tempi, ha saputo sfruttare il populismo anche meglio di Grillo, salendo così di gradimento nei sondaggi. A questo punto una delle possibilità del Movimento per restare in partita è quella di appellarsi ai democratici non renziani come Fassina, Civati o Bersani (che fino ad ora hanno solo alzato la voce, ma nulla più), sperando che il prossimo inquilino del Quirinale, carica ricoperta in maniera provvisoria dal Presidente del Senato Pietro Grasso, possa essere una persona onesta e al di sopra delle parti (ruolo a loro avviso non coperto da Napolitano).

Speriamo bene!

Antonello Ciccarello

Nato e cresciuto in Sicilia, ho avuto da sempre il pallino della scrittura. Laureato nel 2012 in ‘Giornalismo per Uffici Stampa’ presso l’Università degli studi di Palermo e nel 2014 in ‘Giornalismo e Cultura Editoriale’ presso l’Università degli studi di Parma, durante la mia carriera universitaria ho collaborato con alcune testate a taglio generico. Ho deciso di creare questo blog per condividere con il popolo del web i miei pensieri e, anche se non tutti li troveranno condivisibili, spero che queste pagine possano essere uno spunto di riflessione sul mondo e (non solo) sulle sue brutture.

Please follow and like us:
20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *