“Buona Pascuetta!”: Razzi si conferma “idolo” del web

“Buona Pascuetta!”

Buona PascuettaIl senatore Antonio Razzi torna a far parlare di sé grazie ad una delle sue migliori “uscite” su twitter. L’ormai celebre politico, che ha guadagnato fama e popolarità non certo grazie alla sua ars oratoria in Parlamento, ma per il suo amore incondizionato per Berlusconi (soprattutto per i suoi soldi) e per la sua indole da showman (tanto da essere diventato in pochissimo tempo uno dei personaggi preferiti del comico e imitatore Maurizio Crozza), è riuscito in meno di 24 ore a collezionare più di 550 retweet del proprio messaggio di auguri e la presa in giro da parte del web, che come si sa, non perdona.

È innegabile che nel giro di pochi anni, cioè da quando da anonimo della politica è divenuto “Antonio Razzi”, il senatore sia stato abilissimo nel saper gestire la sua immagine (seguendo naturalmente il principio: “bene o male, l’importante è che se ne parli“) e, a riprova di questo, è possibile citare i vari video divenuti virali su youtube

il finto scherzo progettato dal programma condotto da Paolo Bonolis, “Le iene presentano Scherzi a Parte“, in cui Razzi viene stato “abbandonato” per strada vestito da una specie di Elvis Presley

e, dulcis in fundo, la canzone dal titolo “Famme cantà“, i cui versi sono delle frasi sgrammaticate e “particolari” veramente pronunciate dal senatore nel corso di varie interviste e apparizioni pubbliche.

Alla fine della legislatura probabilmente Razzi avrà ancora un futuro come comico, magari creerà un nuovo show con Maurizio Crozza, ma fino ad allora mi sa che dobbiamo tenercelo ancora in Parlamento…

Per riprendere le stesse parole di Razzi:”la vita è così amaro, che se possiamo ridere ridiamo… Buona Pascuetta!”
Antonello Ciccarello
Nato e cresciuto in Sicilia, ho avuto da sempre il pallino della scrittura. Laureato nel 2012 in ‘Giornalismo per Uffici Stampa’ presso l’Università degli studi di Palermo e nel 2014 in ‘Giornalismo e Cultura Editoriale’ presso l’Università degli studi di Parma, durante la mia carriera universitaria ho collaborato con alcune testate a taglio generico. Ho deciso di creare questo blog per condividere con il popolo del web i miei pensieri e, anche se non tutti li troveranno condivisibili, spero che queste pagine possano essere uno spunto di riflessione sul mondo e (non solo) sulle sue brutture.
Please follow and like us:
20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *